I secondi

Menù da chef: le ricette dei piatti presentati

La darna di ricciola al timo e capperi, pesto di zucca e “qualeddu”

La darna di ricciola al timo e capperi, pesto di zucca e “qualeddu”

I.P.S.E.O.A. “I. e V. FLORIO” - Erice

Realizzato da

I.P.S.E.O.A. "I. e V. FLORIO" - Erice

Ingredienti

  • ricciola sfilettata 600 gr
  • timo q.b.
  • capperi 20 gr
  • zucca rossa 200 gr
  • cipolla 100 gr
  • aglio 4 gr
  • qualeddu 200 gr
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • basilico 6 foglie
  • mandorle tostate 100 gr
  • menta q.b.

Preparazione

Sfilettate il pesce precedentemente parato, (pulito da tutti gli scarti indesiderati) spellato e tagliato a “darne”, fatelo marinare con olio evo (extra vergine d’oliva), timo sbriciolato, qualche spicchio d’aglio intero e picchettate con i capperi. Cuocete a bassa temperatura (85° a vapore per 5 minuti). Scottate a cottura ultimata le darne sulla piastra ben calda per pochi minuti, aggiustando con sale e pepe. In un tegame a bordi alti fate appassire la cipolla tritata finemente in olio evo profumato all’aglio, aggiungete la zucca parata e tagliata a pezzettini aggiungendo un po’ d’acqua. Con il cutter tritate finemente dell’aglio e delle mandorle in olio evo, aggiungete la zucca stufata e per ultimo il basilico e qualche fogliolina di menta, aggiustate il pesto con sale pepe e un pizzico di peperoncino, aggiungendo poi un trito fine di mandorle tostate. Parate il qualeddu e sbianchite in acqua bollente, fermate la cottura in acqua e ghiaccio e saltate il sauteuse in un fondo di olio evo profumato all’aglio.

Tags: Erice

Lavapiatti o cuoco stellato... Sei abile in cucina?

Utilizziamo cookie tecnici per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.